Biografia

Il pittore Svyatoslav Ryabkin è nato nel 1965 nella città di Zhitomir in Ucraina, quando faceva ancora parte dell'Unione Sovietica. Ha studiato all'università di Kharkov conseguendo una formazione scientifica. L'arte ha iniziato ad entrare nella sua vita abbastanza presto, quando è andato a convivere con la donna che sarebbe diventata poi sua moglie. Lei era una pittrice e ha avvicinato l'artista alla tecnica della pittura ad olio su tela tralasciando i pastelli che avevano contraddistinto i suoi primi lavori. Il loro appartamento era ricco di tele, tavolozze e pennelli da sembrare uno studio artistico. Il suo matrimonio non è durato a lungo ma gli ha portato due grandi gioie: una figlia e la pittura. Nel tempo Svyatoslav, chiamato Slava dagli amici, ha trasformato la pittura nel suo lavoro sperimentando una personale stesura del colore che contraddistingue le sue opere. Il colore, spesso vivido e intenso, viene steso copiosamente sulla tela, spalmato con una spatola e infine rigato con la punta del manico del suo pennello.

 

Con l'indipendenza dell'Ucraina l'artista ha avuto la possibilità di organizzare le sue prime esposizioni personali nelle città di Kiev (nel 1996 nella Galleria Nikolay's House e nel 2009 nella Galleria 36) e Karkhov (dal 1997 al 2005 nella Galleria DAIS) riscontrando l'interesse di connazionali e collezionisti stranieri. La profonda crisi economica che ha segnato l'Ucraina dal 2008 ha avuto ripercussioni anche sulla vita dell'artista che, malgrado il periodo e grazie al sostegno di qualche amico mecenate, ha potuto proseguire con successo il suo lavoro vendendo le opere all'estero e iniziando ad esporre regolarmente in Italia dal 2013. Nel nord Italia ha esposto nella Galleria Villa Simion di Spinea in molte occasioni avendo stretto una collaborazione continuativa e presso il Centro d'Arte e Cultura Brolo e l'Abbazia benedettina a Mogliano Veneto. Nel 2016 ha partecipato alla mostra collettiva presso la Galleria d'arte contemporanea Elle a Preganziol con un'opera che ha ottenuto un giudizio lusinghiero da parte della critica. E l'anno seguente ha tenuto una mostra permanente nella corte Banca Santo Stefano a Martellago.

I suoi quadri hanno impreziosito le pareti di ristoranti (l'Osteria Arman a Trevis e Per. Gola a Martellago) e del Salone di bellezza Lui e lei a Mogliano Veneto in cui è stato organizzato uno splendido evento con vari ospiti tra cui un volto noto della televisione.

Le opere dell'artista sono state esposte anche nella Sala del Giubileo di Trieste e presso il Castello di Duino. Nel 2019 Ryabkin è venuto per la prima volta in Italia lasciando la sua Mirgorod, città termale ucraina, in occasione di una mostra d'arte a lui dedicata organizzata presso l'Hotel Danieli di Venezia negli spazi del Salone Dandolo. Oggi i suoi quadri fanno parte di numerose collezioni private in molti Paesi tra cui l'Italia, la Russia, la Polonia, l'Uzbekistan, l'Azerbaijan, la Repubblica Ceca, l'Inghilterra, l'Irlanda, la Germania e gli Stati Uniti oltre l'Ucraina dove l'artista tuttora risiede.