• Elena Sechet

Angel and birds, il volo libero in alto nel cielo


Read this post in English

Nel quadro Angel and birds (100 x 60cm) di Svyatoslav Ryabkin due uccelli, un angelo e un albero sono stilizzati e luminosi dipinti con il colore bianco. La tecnica del graffiato realizzato con la punta del manico del pennello contraddistingue anche in questo olio su tela del 2014 il suo tratto inconfondibile.

Sullo sfondo il cielo ha un colore indefinito: lilla mescolato all'azzurro e al blu. Questi colori freddi creano un'atmosfera ovattata dove regna il silenzio che può essere rotto solo dal verso degli uccelli, come il canto degli Uccelli del Paradiso.

Il grande uccello in basso a destra attira l'attenzione. Cari lettori, provate a seguirlo con lo sguardo: vi porta verso l'alto dove raggiunge il secondo uccello che poi scende di nuovo. Questo volo insolito mi ricorda il segreto delle oche che volano più alto dell'Everest! Per l'altitudine sarebbe troppo faticoso volare orizzontali perché la frequenza del battito d'ali aumenta così, volano verso l'alto e poi verso il basso come questi uccelli.

Ed ecco che in tutta la sua dolcezza appare una angelo che sembra uscire dall'albero dalla folta chioma verde brillante. Con il palmo rivolto verso l'alto sembra offrire del cibo agli animali. Questa immagine mi ricorda il significato che hanno gli alberi per i Celti: un rifugio, una fonte di cibo (per i frutti) e di cura (per le foglie e le bacche).

Tra tutti i film che hanno come protagonisti gli angeli vi invito a guardare Il cielo sopra Berlino (1987) del regista tedesco Wim Wenders. L'avete mai visto? Con maestria racconta la storia di due angeli che si avvicinano al mondo terreno per provare i sentimenti degli umani, sia positivi come l'amore sia negativi come le sofferenze. La lentezza che caratterizza questo film è una scelta consapevole che lo rende ancor più affascinante, un capolavoro!

I soggetti raffigurati in "Angel and birds" mi ricordano l'Albero della Vita della Cabala per la presenza dell'albero e l'equilibrio tra gli aspetti maschili e femminili. Infatti l'angelo è una donna (si trova nella parte sinistra della tela come nell'Albero della Vita) e gli uccelli che immagino siano di sesso maschile sono nella parte destra. Gli aspetti femminile e maschile della creazione coesistono anche in questo quadro.

Nella simbologia celtica il tronco dell'albero rappresenta il mondo in cui viviamo, i rami sono la complessa trama della vita e i loro nodi sono gli ostacoli che siamo chiamati ad affrontare. L'Albero della Vita indica l'evoluzione spirituale da mondi inferiori (le radici) a mondi superiori (Dio).

"Angel and birds" è un quadro dinamico per il volo degli uccelli che tutti noi vediamo e per il volo dell'angelo che si coglie a un livello di interpretazione più profondo. Nella Cabala gli angeli rappresentano la nostra consapevolezza: salgono e scendono di continuo come sale e scende la consapevolezza di noi esseri umani. Che cosa ne pensate, cari Lettori?

Dopo aver viaggiato con il pensiero insieme a me ed esplorato questi temi, vi riporto alla concretezza di questa immagine, a quest'albero che non teme le intemperie e vive forte sulla grigia roccia. Mi fa venire in mente la vegetazione di montagna e in particolare i fiori d'alta quota che non temono le basse temperature. Bellissimi!

Questo quadro è esposto alla mostra permanente di pittura "Non di solo pane" presso l'osteria "Per.Gola" a Martellago (Venezia, Italia). L'ambiente accogliente e curato nei dettagli appaga ogni senso in un percorso artistico e degustativo degno di nota. Siete tutti invitati!

di Elena Sechet

Recent Posts
Archive
Search By Tags