• elenasechet

Chicken on the table, le preoccupazioni di un pollo


Read this post in English


Nel 2018 l'artista Svyatoslav Ryabkin ha raffigura un pollo malinconico nel quadro Chicken on the table (70x90 cm). Nel paesaggio all'aria aperta le penne giallo brillante spiccano con il rosso scuro del tavolo e delle panche nella sezione blu elettrico della tela. Il verde chiaro incornicia l'immagine centrale, con le chiome allineate degli alberi di betulla sopra e l'erba del prato sotto. Dietro, il cielo sfuma nel rosa tenue in dissolvenza. L'artista con questi colori sgargianti e a contrasto ottiene l'effetto desiderato di vivacità!


Il colore denso crea uno strato spesso di materia ed è staro rigato dal pittore con la punta del manico del suo pennello. Questo risultato pieno e corposo ricorda quello ottenuto con le tempere ma si tratta di un olio su tela.


Il pittore ucraino predilige gli animali e spesso li rappresenta nelle loro linee essenziali come fossero delle illustrazioni per bambini. Questo quadro è adatto per una cameretta, non siete d'accordo? Sembra proprio che voglia esprimere la visione del mondo che ha un bambino con il pollo in posizione centrale con le dimensioni più grandi del normale.

Comunque la figura del pollo piace a tutti, non solo ai bambini. Ad esempio all'interno di una rotatoria alle porte della città di Asiago una scultura in metallo di un pollo a grandezza reale dà il benvenuto ai visitatori. Sapevate, cari Lettori, che alcuni si burlano dei polli (ma anche di galline e pulcini) e li addobbano con minuscoli caschi di protezione molto buffi come fossero dei motociclisti?! Se ne inventano di tutti i colori!


Ma osservate adesso lo sguardo del pollo, è amareggiato. Vede le prime foglie a terra dopo la fine dell'estate e sembrano delle lacrime. Ha capito che è in arrivo l'autunno e teme il freddo e le lunghe nevicate invernali. Questa tenera riflessione del pittore Ryabkin che anima l'animale con queste parole fa pensare ad altri fatti dell'attualità che possono aver causano questo stato d'animo.


Viene ricordata come la "battaglia del Cellina"; durante un'esercitazione notturna un carro armato ha sbagliato mira e alcuni proiettili hanno centrato un allevamento pieno di migliaia di polli. Con il crollo di un muro una cinquantina di polli sono morti sotto le macerie e per lo spostamento d'aria dell'impatto (Pordenone, marzo 2021).


Poi c'è stata la strage di 4000 polli a causa di un devastante incendio del capannone dedicato all'allevamento avicolo nel comune padovano di Ponso (aprile 2021).


E ancora, si sono scoperti nuovi casi di influenza aviaria in Cina (giugno 2021) dal 2016 quando il ceppo H7N9 aveva ucciso circa 300 persone. Il rischio di infettarsi è maggiore lavorando a contatto con il pollame; fortunatamente in Italia si sono manifestati solo casi di congiuntiviti guarite spontaneamente.


E vogliamo ricordare il numero degli allevamenti intensivi di polli? Tutto iniziò un secolo fa quando, per un errore di fornitura, nacquero i famosi "polli in batteria". Si è innescato così un meccanismo contro natura di dover garantire la massima produzione nel più breve tempo possibile. Questo ha avviato una trasformazione genetica dei capi allevati. Infatti, sono stati artificialmente selezionati i polli con i petti più grandi, gli hanno somministrato antibiotici e ormoni per la crescita e le galline sono state indotte a deporre uova giorno e notte forzando i loro cicli biologici. Una follia che ha come risultato che oggi negli Usa vengono prodotte 75 miliardi di uova all'anno e in Italia nel 2020 sono stati macellati 573 milioni di capi. Se potessero parlare cosa ci direbbero...


I colori vividi, i contorni netti dei soggetti e un paesaggio senza prospettiva come sfondo sono le caratteristiche principali di "Chicken on the table", peculiarità presenti anche nelle opere con i galli del pittore vicentino Maurizio Viero. Al contrario, nel quadro Lotta di galli del pittore Antonio Ligabue i chiaroscuri dei soggetti minuziosamente riprodotti con molteplici sfumature e il rispetto della prospettiva fanno sentire l'osservatore realisticamente nell'ambientazione agreste.


Il quadro "Chicken on the table" è stato esposto nel 2019 alla mostra d'arte intitolata A casa dell'Artista presso la Galleria Villa Simion di Spinea (Venezia) e l'anno successivo alla mostra Un mare di vita da Arman, un'accogliente osteria a Treviso.


Iscrivetevi alla Newsletter per essere sempre informati sui prossimi eventi!



di Elena Sechet

Recent Posts
Archive
Search By Tags