• Elena Sechet

Two sisters, incomprensioni al chiar di luna


Read in English

In Two sisters (100x70 cm) di Svyatoslav Ryabkin due sorelle si voltano le spalle perché hanno litigato; l'artista ucraino descrive così questo grande quadro. Nella stanza buia il tempo sembra essersi fermato anche se un orologio in bella vista in alto a sinistra ci ricorda che è notte fonda e che bisogna aspettare per avere un chiarimento. Forse le due donne stanno aspettando il momento del perdono.

Ryabkin chiede agli osservatori cosa avrà causato questa tensione. Io credo che se fossero russe potrebbero aver discusso sulla solitudine, la povertà, le malattie o l'incapacità di prendersi cura dei propri genitori. Infatti, sono queste le maggiori preoccupazioni per le donne di questi Paesi. Esprimete le vostre idee!

Soffermiamoci ora sull'aspetto esteriore. Queste sorelle sono belle, longilinee e benestanti. Indossano lo stesso modello di abito in colori diversi. La donna in rosso è bionda mentre, quella in blu è mora, una coppia cromatica (per il colore dei capelli) unica nei quadri di Ryabkin. Nei suoi quadri raffigura spesso figure femminili, la sua preferita è la donna bionda spesso felice e spensierata come nel quadro Dream; altre volte la preferisce mora e in relax come in Strawberries and cream.

Queste sorelle tanto diverse mi ricordano Cameron Diaz e Toni Collette nel film In her shoes (2005) di Curtis Hanson in cui avevano in comune solo il numero di scarpe! A parte la spensieratezza della commedia al femminile è interessante assistere alla loro crescita verso nuove direzioni. Da vedere!

Indossare abiti firmati e costosi, truccarsi con cura (anche per andare a fare la spesa!) e avere mani sempre impeccabili è fondamentale per le donne originarie dei paesi dell'ex Unione Sovietica (Ucraina, Bielorussia, Lituania, Lettonia, Estonia e Moldavia) che sono convinte ancor oggi che tutto ciò sia necessario per trovare un uomo ricco con cui mettere su famiglia. Indubbiamente le donne amano fare bella figura per ottenere una maggiore considerazione nella società. Sarà questo uno dei loro segreti, oltre a non eccedere con la vodka, per vivere più a lungo degli uomini, in media fino a 72 anni.

Osservando "Two sisters" una mia amica, che ha un rapporto conflittuale con sua sorella, mi ha detto di aver provato un sentimento di lontananza misto al rancore. Secondo lei dall'espressione del volto si evince che la donna bionda è arrabbiata. Le spalle sono aperte e la schiena è dritta. Invece, la donna mora è dispiaciuta. La vediamo protrarsi verso la finestra come se cercasse l'aria per respirare. E voi, cari Lettori, cosa ne pensate?

Inoltre, mi colpiscono le loro mani ancorate al tavolo come se la sua superficie fosse una certezza o un ricordo: i petali sfioriti sono malinconici. Desiderano restare dove sono anche se i loro sguardi volgono altrove, verso direzioni opposte, verso il futuro.

Ad ogni modo sono convinta che le due sorelle più antagoniste fra tutte sono Bette Davis e Joan Crawford, due star del cinema di Hollywood. Il loro odio sul set e nella vita privata è racchiuso nella pellicola intitolata Che fine ha fatto Baby Jane? di Robert Aldrich (1962), uno dei più disturbati thriller psicologici della storia del cinema. Indimenticabile la tetra spiaggia di Malibù in cui la loro crudeltà e perfidia aleggia ancora nell'aria.

"Two sisters" è un quadro che rapisce i sensi. E' vivace per i colori primari utilizzati: il blu (sul cielo, un abito e le sedie chiare), il giallo (sulla luna, i capelli e i petali) e il rosso (sul secondo abito). La luna, nell'angolo in alto a destra della tela, è un soggetto ricorrente nei quadri di Ryabkin ma qui è malinconica. Sembra premuta perché eccessivamente grande e le pennellate gialle circolari attorno ad essa invadono la tela sporcando tutto il cielo.

Tuttavia, ricordiamoci anche dell'altra categoria di sorelle: quelle che nonostante le differenze caratteriali sono amiche, solidali tra loro e capaci di realizzare insieme importanti progetti. E' il caso di Liron, Tagel e Tair Haim, sorelle israeliane di origini yemenite che hanno fondato una band di successo in tutto il mondo. La loro canzone più famosa: A-wa, video Habib Albi ha raggiunto 4 milioni di visualizzazioni in breve tempo. Il loro genere è un mix di folk arabo, pop ed elettronica, insomma una musicalità che incontra i gusti di ogni popolo. Inoltre, il testo parla di un amore perduto e si sa che le donne su questo argomento ne hanno da raccontare!

Il quadro "Two sisters" è stato dipinto nel 2013, anno in cui Ryabkin ha esposto per la prima volta in Italia (Spinea, Venezia) presso la Galleria Villa Simion. Se volete vederlo dal vivo è attualmente esposto nel Salone Lui e Lei a Mogliano Veneto (Treviso, Italia), un importante parrucchiere uomo-donna ed estetica in un ambiente confortevole e lussuoso. E l'arte incontra lo stile!

di Elena Sechet

Recent Posts
Archive
Search By Tags